Cinque rimedi per una cucina sempre in ordine

La cucina è tra le stanze della casa più vissute, anche per questo risulta spesso essere la più caotica. Alcuni studi americani hanno dimostrato che una cucina caotica incoraggia una cattiva alimentazione, questo potrebbe essere l’ennesimo dei già tanti motivi da considerare per decidere di fare ordine in cucina. I vantaggi sono molteplici, dall’ottimizzazione del tempo che di solito dedichiamo alla ricerca degli utensili perduti, al risparmio di fatica nel fare le pulizie.

Ecco allora cinque pratici consigli per tenere una cucina sempre in ordine.
1) Eliminare doppioni e superfluo. Può sembrare un consiglio banale e già sentito, ma raramente si riesce a metterlo in pratica. Basta conservare in attesa del giorno in cui quel famoso apriscatole si romperà e ne avremo uno di riserva. Mettiamo da parte, ben sigillati in uno scatolone, tutti i doppioni in attesa che tornino realmente utili (magari facendoli attendere in garage o in cantina) e buttiamo senza indecisioni tutto il superfluo. Sarà un primo passo risolutivo per procedere verso l’ordine in cucina, perché chi ben comincia è a metà dell’opera.

2) Utilizzare divisori per cassetti. Pratici e utili, dai semplici divisori per il cassetto delle posate o degli utensili per non perdere più schiaccianoci e apriscatole, si rivelano utili anche ganci nelle porte interne dei mobili per sistemare taglieri o coperchi delle pentole. Un’idea semplice ma di grande efficacia.

3) Adoperare contenitori ed etichette. La cucina è il luogo in cui vengono conservate miriadi di cose, anche molto differenti tra loro. Dal dolce al salato, dall’acqua alle conserve e chi più ne ha più ne metta. Utilizzate allora prima di tutto un criterio nella divisione dei prodotti e valutate l’idea di inserirli in contenitori di plastica trasparente o con etichetta. In questo modo non solo sarà semplice trovare quello di cui si ha bisogno, ma sarà anche facile accorgersi quando pasta o zuppe stanno per finire e occorre ricomprarle.

4) Aggiungere ripiani ammezzati. Spesso i mobili sono già organizzati internamente con piani d’appoggio e scomparti e lo spazio tra una mensola e l’altro è abbastanza da poter contenere ad esempio pentole o colapasta. Gli altri ripiani però sono dedicati a tazzine, bicchieri, piattini: tutte cose che occupano la metà dello spazio in altezza, forse anche meno. Aggiungete allora una o più mensole in modo da guadagnare spazio che vi eviterà anche le famose “torri di tazzine” dall’equilibrio precario.

5) Sfruttare altezza e spazi vuoti. Tra il piano cottura e i pensili della cucina c’è spazio utile da adoperare per inserire cassettini delle spezie, ordinette per spugnette e guanti, portarotolo per la carta da cucina e così via. In base alle vostre esigenze potrete personalizzare questo spazio per avere tutto il necessario a portata di mano senza ingombro.

Una volta messi in pratica questi semplici consigli potrete finalmente guardare la vostra cucina in ordine con soddisfazione. Purtroppo queste dritte non garantiscono l’ordine in caso di bambini alle prese con la farina in cucina, ma almeno per pulire occuperete la metà del tempo! 

Tags: , , ,

        

Lascia un commento

© 2013 Leonardo Immobiliare P.Iva 04927711210
Via Toledo 306, CAP 80132 Napoli, Telefono +39 081414180
Via A. Scarlatti 201, CAP 80129 Napoli, Telefono +39 0815789279
Via Posillipo 406, CAP 88122 Napoli, Telefono +39 0817690343
Web Agency