Vico Cinquestanti a Napoli, dal “vascio” al teatro romano

Napoli è una città antica, le cui radici sono piantate saldamente  indietro nel tempo. Passeggiare per il centro della capitale partenopea, percorrendo quei vicoli rimasti quasi uguali alle foto che si possono vedere nei libri di storia,significa muoversi nel passato, rivivere la storia, sopratutto quando ci si addentra nella zona dei decumani superiori.
Percorrendo la zona compresa tra via Anticaglia, Via San Paolo e vico Giganti si arriva a Vico Cinquesanti , caratterizzata dalla presenza di numerosi “vasci” o “bassi”: le abitazioni che devono il loro particolare nomignolo al fatto che sono state costruite a livello della strada.

Tra questi c’è ne uno molto particolare, quello che un tempo apparteneva al signor Vittorio, mentre adesso l’accesso è permesso a chiunque voglia entravi pagando il giusto biglietto, visto che costituisce l’accesso ad uno dei siti archeologici più belli della città: Napoli sotterranea.      A prima vista  sembra una qualsiasi abitazione, caratterizzata da mobili e cianfrusaglie antiche, ed è solo una volta tirata la corda attaccata al letto, che il vascio svela il suo segreto : una scalinata che porta direttamente ai resti di un teatro romano, lo stesso in cui spesso si esibì l’imperatore Nerone, e al quale il signor Vittorio non ha mai potuto accedere visto la presenza di un blocco di terreno che gli sbarrava il passaggio, ma questo non gli ha impedito di utilizzare comunque lo spazio a sua disposizione per conservarci del vino.

Basso-di-Vico-Cinquesanti-botola-di-accesso-al-teatro-greco-romanoSolo dopo l’intervento degli archeologi – che stavano monitorando la zona alla ricerca di eventuali reperti – è stato possibile aprire del tutto il cunicolo, che si è rivelato essere il corridoio di sotto-scena del teatro, utilizzato dagli attori non soltanto per cambiarsi, ma anche per poter sbucare velocemente in diverse zone del palcoscenico.

Il teatro dell’Anticaglia, tra antico e moderno

Inoltrandosi nel buio corridoio, che un tempo costituiva il cuore pulsante di tutta la struttura, il visitatore si trova di fronte ad uno spettacolo magnifico e a tratti divertente. Percorrendo il cunicolo infatti,  ci si trova di fronte ad un’arcata, l’antico ingresso del teatro, seguito da un grande spiazzo – il teatro stesso – che  fino alla scoperta della sua vera natura  veniva utilizzato come parcheggio per i motorini: ma questa non è l’unica traccia di presenza umana contemporanea, visibile all’interno del teatro romano.

Lungo uno dei corridoi, dove il vecchio teatro romano è stato letteralmente inglobato dalle moderne costruzioni, è possibile scorgere un grosso blocco di cemento incassato tra i mattoni d’epoca, il bagno di una casa attualmente abitata.

 

 

Tags: , ,

        

Lascia un commento

© 2013 Leonardo Immobiliare P.Iva 04927711210
Via Toledo 306, CAP 80132 Napoli, Telefono +39 081414180
Via A. Scarlatti 201, CAP 80129 Napoli, Telefono +39 0815789279
Via Posillipo 406, CAP 88122 Napoli, Telefono +39 0817690343
Web Agency